La fertilizzazione a rateo variabile, centrale nell’ambito dell’agricoltura di precisione, necessita di tecnologie che facilitino il rilievo e la mappatura dei fabbisogni. Il progetto Nutrivigna ha integrato in maniera sinergica diverse azioni a supporto della ricerca industriale strategica in questo ambito. I principali risultati del progetto possono essere così riassunti: - sviluppo e validazione in vigneto di tecniche di osservazione per determinazione dei fabbisogni minerali mediante sensori di prossimità e da remoto (da drone e da satellite) - sviluppo di servizi avanzati per il calcolo del bilancio nutrizionale - definizione di sistemi gestionali del vigneto a basso impatto ambientale. La maggior parte delle tecniche, strumenti e servizi sviluppati hanno avuto dimostrazione e validazione in vigneto.

Scarica versione PDF
Laboratorio
Referenti
Matteo Gatti
Area di specializzazione
Agroalimentare
Keyword
agricoltura di precisione
fertilizzazione a rateo variabile
telerilevamento
Immagine satellitare con logo Nutrivigna
Descrizione prodotto

Il rilievo ottico multi-spettrale da remoto, mediante immagini raccolte da satellite e da drone o mediante sensori di prossimità da sensori montati su macchina è il mezzo più utilizzato per la stima della variabilità dei fabbisogni necessaria per le tecniche di fertilizzazione a rateo variabile. Nell’ambito del progetto Nutrivigna i due laboratori CRAST e CRPA, in collaborazione con le tre aziende partner Casella Macchine Agricole, Haifa Italia e Horta. hanno sviluppato o validato i seguenti prodotti e servizi innovativi per il rilievo e la mappatura dei fabbisogni e per la fertilizzazione a rateo variabile: - sviluppo e validazione, in vigneto ed in ambiente controllato, di tecniche di osservazione spettrale multi-scala la per determinazione dei fabbisogni minerali mediante sensori di prossimità e da remoto (da drone e da satellite) - validazione delle stime di sviluppo vegetativo con il sensore di prossimità MECS-VINE Casella - sviluppo ed integrazione di un sistema di diagnosi delle carenze nel completo supporto alle decisioni vite.net Horta - sviluppo di servizi avanzati per il calcolo del bilancio nutrizionale e distribuzione sito-specifica dei nutrienti per ristabilire l’equilibrio vegeto produttivo - validazione in vigneto di tecniche di fertilizzazione rateo variabile con spandiconcime a rateo variabile Casella e concime a cessione controllata Haifa. - definizione di sistemi gestionali del vigneto a basso impatto ambientale.

Aspetti innovativi

I principali aspetti innovativi sono: - siviluppo di procedure di analisi delle immagini multi-spettrali per la caratterizzazione della singola vite - validazione di nuovi indici spettrali per la determinazione della concentrazione di clorofilla fogliare - caratterizzazione geometrica delle chiome di vite con il sensore di prossimità MECS-VINE Casella - integrazione nel DSS vite.net di Horta srl di un sistema diagnostico per il riconoscimento delle principali carenze minerali della vite e di una nuova funzionalità per il calcolo della dose di unità fertilizzanti da distribuire.

Applicazioni

I prodotti e servizi sviluppati danno la possibilità di rilevare efficacemente la variabilità dei fabbisogni minerali del vigneto con costi contenuti. In particolare tramite questi è possibile ottenere: a) stime di vigore basate sulla sola caratterizzazione geometrica della chioma con il sensore MECS-VINE o con immagini RGB da drone b) diagnosi delle carenze e calcolo del bilancio nutrizionale nel vigneto c) distinzione efficacie dei fabbisogni nutrizionali da quelli idrici d) distribuzione sito-specifica dei fertilizzanti mediante concimatore a rateo variabile.

Strumenti e Servizi innovativi per la nutrizione minerale di precisione in viticoltura sviluppati o validati nell'ambito del progetto Nutrivigna
Esempio di applicazione

Fertilizzazione a rateo variabile del vigneto nell'azienda Malvicini di Vicobarone (PC)

Descrizione applicazione e risultati

Gli indici di vegetazione ottenuti da telerilevamento sono stati spazializzati in “classi di vigore” con caratteristiche vegeto-produttive analoghe e simili fabbisogni nutrizionali. L’associazione di una dose di fertilizzante commisurata alle reali esigenze della pianta ha consentito di generare una “mappa di prescrizione”. La prescrizione è poi stata attuata mediante tecnologie a rateo variabile (VRT) con un concimatore VRT Casella che consente la distribuzione localizzata di concimi nel rispetto della mappa di prescrizione. L’aumento dell’efficienza di assorbimento degli elementi nutritivi distribuiti mediante concimi a rilascio controllato Haifa ha permesso una riduzione delle perdite di azoto in atmosfera e per dilavamento, nonché l’utilizzo di una ridotta dose di fertilizzante. Sebbene sia risaputo che la correzione della vigoria mostra risultati soddisfacenti nel medio-lungo termine, i risultati evidenziano buone risposte alla concimazione differenziata (specialmente nelle aree a basso vigore) nel modulare l’equilibrio del vigneto rispetto alla distribuzione tradizionale a dose fissa.

Partner coinvolti

Laboratori CRAST e CRPA. Aziende Casella Macchine Agricole e Haifa Italia.

Tempi di realizzazione
2 mesi/persona
Livello di maturità tecnologica
TRL 6 - tecnologia dimostrata in ambiente rilevante
Valorizzazione applicazione

- Validazione delle stime di sviluppo vegetativo con il sensore di prossimità MECS-VINE Casella - Sviluppo ed integrazione di un sistema di diagnosi delle carenze nel sistema diagnostico completo di Horta - Validazione in vigneto di tecniche di fertilizzazione rateo variabile con spandiconcime a rateo variabile Casella e concime a cessione controllata Haifa

Fertilizzazione a rateo variabile del vigneto basata su rilievo satellitare
Data pubblicazione