Le piastrelle ceramiche Green tile sono costituite da almeno il 70% - e fino al 99% - di materiali di scarto industriali e urbani. La produzione di tali piastrelle contribuisce alla gestione sostenibile dei rifiuti. Grazie al recupero di scarti industriali e materiali come, ad esempio, il vetro da imballaggio che non viene reintrodotto nell’industria vetraria (circa il 30% del vetro totale), si riduce il consumo delle risorse naturali normalmente utilizzate come materie prime per la produzione di piastrelle. In questo modo si contribuisce al miglioramento delle prestazioni ambientali dei processi produttivi del settore ceramico grazie alla riduzione dei consumi energetici, dell’utilizzo di metano e delle emissioni di CO2.

Scarica versione PDF
Laboratorio
Area di specializzazione
Edilizia e Costruzioni
Keyword
Sostenibilità ambientale dei materiali ceramici
Materie prime seconde
Economia circolare
Risparmio energetico
Provini di laboratorio
Descrizione prodotto

Le piastrelle ceramiche green sono costituite quasi esclusivamente da materiali di scarto pre-consumo (rifiuti ceramici industriali) e post-consumo (vetro da imballaggio proveniente dalla raccolta urbana differenziata). Le fasi del processo produttivo sono le stesse di una piastrella tradizionale sebbene i consumi energetici in fase di macinazione e cottura siano significativamente inferiori. Si tratta quindi di prodotti che da un lato permettono di abbassare i costi di produzione e l'emissione di inquinanti, apportando un duplice valore ambientale ed economico, dall'altro incentivano la raccolta urbana differenziata, intervenendo positivamente sulla conversione delle città nell'ottica dell'economia circolare.

Aspetti innovativi

Le piastrelle ceramiche costituite quasi esclusivamente da materie prime seconde, consentono il: - Recupero di scarti, riduzione dei consumi e delle emissioni di gas - Raggiungimento di prestazioni simili o superiori a quelle del gres porcellanato tradizionale. Il processo di produzione innovativo permette alle aziende produttrici di piastrelle ceramiche di: - Diminuire i costi dei consumi energetici in fase di produzione (macinazione e cottura) - Produrre un materiale a marchio "green", che aumenta la competitività sul mercato e amplia lo spettro di applicazione dei prodotti ceramici.

Applicazioni

Il processo di produzione delle piastrelle green può essere adottato da aziende operanti nel settore dell'industria ceramica e permette di realizzare un materiale estremamente versatile da utilizzare, ad esempio, in pavimentazioni interne o esterne, in quest'ultimo caso, nell'ottica di conquistare nuove fette di mercato, in sostituzione di materiali tradizionali come cemento o calcestruzzo. L'interesse per questo tipo di prodotti è dimostrata anche dal finanziamento del un progetto europeo WINCER (ECO/13/630426) "Waste synergy in the production of Innovative CERamic tiles".

Prototipi di piastrelle (dimensioni 10x10 cm).
Esempio di applicazione

Produzione di piastrelle ceramiche innovative e sostenibili in diversi formati (40x40 mm; 100x100 mm; 250x250 mm) e spessori (3, 5, 7, 12 mm). I prodotti realizzati in laboratorio soddisfano i requisiti normativi, in particolare EN 14411 (“Ceramic tiles: Definitions, classification, characteristics, evaluation of conformity and markingâ€

Descrizione applicazione e risultati

I prototipi, realizzati in laboratorio, sono in grado di sinterizzare circa 150-200°C in meno rispetto ad un gres porcellanato tradizionale, consentendo un risparmio energetico di almeno il 10%. Le prestazioni fisico-meccaniche restano piuttosto buone: basso assorbimento d'acqua (60 MPa). Si può stimare che l'industrializzazione della piastrella innovativa consentirà un risparmio economico in termini di preparazione dell'impasto (circa -15%), consumi energetici e di metano (circa -10%). Al risparmio di metano corrispondono di conseguenza minori emissioni di CO2 (circa -10%). Inoltre i requisiti normativi saranno assolutamente rispettati, in particolare gli standard UNI EN ISO 10545 e EN 14411.

Partner coinvolti

Produzione delle piastrelle: FINCIBEC SpA Centro di ricerca: CENTRO CERAMICO Fornitore di materie prime e scarti urbani: MINERALI INDUSTRIALI SpA

Tempi di realizzazione
Circa 6-12 mesi/uomo per l'industrializzazione.
Livello di maturità tecnologica
TRL 5 - tecnologia validata in ambiente rilevante
Valorizzazione applicazione

Il trasferimento industriale delle green tile ha permesso di verificare vantaggi quali: - Riduzione dei consumi energetici - Riduzione delle emissioni di gas - Abbattimento dei costi fissi industriali per la preparazione degli impasti La quantificazione delle riduzioni serve come baseline di settore per promuovere ulteriori risparmi energetici in accordo con le politiche nazionali ed europee.

Prototipo di piastrella industriale (dimensioni 25x25 cm).