Nel momento in cui si è seduti all’interno di un teatro per contemplare la maestosità di un’opera, dalle sue sceneggiature ai piccoli dettagli ornamentali, difficilmente ci si interroga sull’aspetto organizzativo alle spalle di una macchina così imponente. Il software di ottimizzazione vede la nascita, in una sua versione embrionale, grazie agli studi dell’Università degli Studi di Parma presso i magazzini della Fondazione Teatro Regio di Parma. Sviluppato sul semplice concetto di richiesta da parte del mercato vs facilità di accesso alla posizione di stoccaggio il software è in grado di analizzare la situazione attuale del magazzino e suggerire all’utente un numero N, input del cliente, di spostamenti che impatteranno maggiormente sull’operatività globale del magazzino stesso. 

Laboratorio
Referenti
Eleonora Bottani
ROBERTO MONTANARI
Andrea Volpi
Area di specializzazione
Cultura e creatività
Keyword
Logistica
Database Relazionali
BI
Simulazione
Stoccaggio delle opere in container
Descrizione prodotto

Con l’obiettivo di analizzare le attuali inefficienze logistiche del magazzino, nel quale vengono stoccati gli allestimenti scenici all’interno di container, il team ha sviluppato un indice di criticità, Delta Δ, caratterizzante l’accoppiamento di materiale e posizione ad esso assegnata. Per la determinazione dell’indice occorre:

  • Valorizzare la merce stoccata in ogni container in funzione della richiesta annale, privilegiando così gli allestimenti di maggior tendenza
  • Valorizzare ogni posizione adibita allo stoccaggio dei container materiale; il valore, a differenza del caso precedente, è funzione del tempo necessario per accedere alla specifica postazione

L’indice di criticità Δ viene poi calcolato come Δ = Richiesta Opera - Valore Posizione, il risultato lascia spazio a tre possibili casi: 

  • ∆ = 0 rappresentala la tipologia di accoppiamento ottimale nel quale il valore della merce risulta essere esattamente uguale al valore della posizione in cui essa risulta essere collocata
  • ∆ < 0 equivale alla presenza di criticità nel quale l’opera viene assegnata ad una posizione migliore di quanto necessario
  • ∆ > 0 evidenza la situazione in assoluto più problematica in quanto si traduce nel caso in cui una merce altamente richiesta risulti essere collocata in una posizione di complicato accesso creando elevate inefficienze logistiche.
Aspetti innovativi

L’applicazione di tecniche logistiche avanzate nella gestione dello stoccaggio di opere teatrali in container risulta non essere ancora affrontato sul panorama italiano. Questo deriva dagli ingenti investimenti necessari, in termini di tempo e costi, al fine di ottenere i miglioramenti auspicati.

Applicazioni

Il software sviluppato può essere in qualsiasi realtà che utilizzi container come metodo di stoccaggio principale. Sarà solamente necessario aggiornare la mappa di layout ed il database di partenza in base alle necessità richieste. Il progetto dell’Università di Parma prevede di applicare le logiche alla base del software alla tecnologia RFID per automatizzare le fasi di analisi di magazzino ed aggiornamento dello stesso le quali, nel caso in cui non rispettassero la realtà, porterebbero a risultati errati.

Schema funzionale
Esempio di applicazione

La collaborazione tra la Fondazione Teatro Regio e l’Università degli Studi di Parma nasce dalla voglia della Fondazione stessa di porre fine a questa situazione che risulta, ad oggi, impatta negativamente le casse del Teatro. Si è quindi sviluppato un software di ottimizzazione, su piattaforma Microsoft Excel, capace di proporre spostamenti atti a migliorare l’attuale allocazione dei container.

Descrizione applicazione e risultati

Una particolarità decisiva nello sviluppo del progetto è data dai vincoli derivanti dalla natura stessa degli allestimenti scenici che dovranno essere stoccati a magazzino, tra i quali hanno maggior importanza l’aspetto voluminoso ed il valore intrinseco della merce stessa. Si è quindi sviluppato un software di ottimizzazione, su piattaforma Microsoft Excel, capace di proporre spostamenti atti a migliorare l’attuale allocazione dei container. Partendo dall’analisi del valore di criticità degli accoppiamenti opera stoccata-posizione di stoccaggio, il programma permette di visualizzare una mappa dinamica dell’attuale situazione delle opere. Premendo il bottone di riposizionamento delle opere, il programma restituirà̀ gli spostamenti da effettuare per impattare positivamente i Key Performance Indicator totali di magazzino, riallocando in primis le situazioni che presentano una maggior gravità. Il software, una volta stampate le operazioni da effettuare, restituisce una mappa che prende il nome di Layout To-Be, analoga a quella della situazione attuale: confrontando le due è facile notare come la situazione stia migliorando grazie ai colori che evidenziano la gravità degli accoppiamenti.

Partner coinvolti

Fondazione Teatro Regio di Parma
Numerose aziende leader nel settore dello stoccaggio industriale su misura

Tempi di realizzazione
12 mesi
Livello di maturità tecnologica
TRL 8 - sistema completo e validato
Valorizzazione applicazione

Diverse Tesi di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale

Applicazione dello strumento e tabella analisi dei Δ