ART-ER a Ecomondo 2019

ART-ER a Ecomondo 2019

News25/10/2019

Dal 5 all’8 novembre alla Fiera di Rimini si rinnova l’appuntamento con Ecomondo, evento della circular e green economy che si svolgerà in contemporanea con Key Energy, il salone delle energie rinnovabili. Alla 23a edizione della manifestazione organizzata da Italian Exhibition Group sono attesi 1.300 espositori da 30 Paesi e visitatori da 150 Paesi. In programma 150 seminari con mille relatori. In contemporanea anche il biennale Sal.Ve, Salone del Veicolo Ecologico.

Le iniziative di ART-ER a Ecomondo 2019

Il fitto programma di eventi, prevede anche numerose iniziative che ci vedono coinvolti direttamente:

Green Public Procurement, Circolar Economy, Green Economy, CAM
Con l'adozione del Piano Di Azione Nazionale sul Green Public Procurement (PANGPP) e dei Criteri Minimi per l'edilizia (CAM) l'Italia è all'avanguardia tra i paesi europei per le direttive su pianificazione, progettazione e realizzazione (o recupero) del futuro patrimonio edilizio. La recente normativa è destinata a cambiare drasticamente il settore. Un ruolo determinante lo giocheranno anche gli istituti di credito che stanno studiando misure di finanziamento che premino la qualità delle costruzioni, con mutui "green".
La valutazione del rischio collegata all'immobile, non sarà più legata solo alla collocazione geografica ma anche a precisi criteri di progettazione e costruzione.

I progettisti e le imprese sono pronti ad affrontare la sfida green? Il seminario, a cura di ART-ER e ANPAR, Associazione nazionale dei produttori di aggregati riciclati.

05 NOVEMBRE - 9:30 - 13:00
Sala Cedro Hall Ovest
Programma

 

Soluzioni smart ed innovative per ridurre lo spreco di packaging: un primo bilancio dal progetto REINWASTE
Il workshop presenterà i risultati di un test di prevenzione e recupero di scarti di imballaggio fatto su 30 imprese emiliano-romagnole della filiera agroalimentare. L'attività fa parte del progetto REINWASTE, (Remanufacture the food supply chain by testing INNovative solutions for zero inorganic WASTE) che ha l'obiettivo di sviluppare soluzioni per la riduzione dei rifiuti inorganici, come gli imballaggi e favorire l'adozione di misure green nel settore agroalimentare. Per l’Italia, il progetto aveva come focus le aziende nella regione Emilia-Romagna della filiera lattiero casearia e spetterà ai Cluster di riferimento valutarne la fattibilità.
Organizzato da ART-ER in collaborazione con Ecomondo e Federalimentare.

05 NOVEMBRE - 14:30- 17:00
Sala Bio Based Econom
Programma

 

Efficienza energetica nell’edilizia sociale: innovative opportunità di finanziamento e coinvolgimento degli inquilini
Una casa confortevole e una bolletta energetica bassa sono per forza in contrasto l’una con l’altra?
Il progetto LEMON pensa di no e si mette all’opera per far “quadrare i conti”, rendendo realmente sostenibili sia gli edifici che gli investimenti utilizzati per la loro riqualificazione. Il progetto ha sperimentato modelli di finanziamento innovativi per il retrofit di alloggi sociali attraverso Energy Performance Contract (EPC). L’ultima gara EPC sviluppata con il progetto LEMON si è conclusa positivamente e prevede la riqualificazione energetica significativa di 323 alloggi con un risparmio energetico del 40%

5 NOVEMBRE 2019 14:00 - 18:00
Sala Gardenia Hall Est
Programma

 

Le nuove politiche per il Green new deal e l’Emilia-Romagna

L'iniziativa è realizzata nell’ambito del percorso verso la nuova programmazione dei Fondi europei in Emilia-Romagna.
INTRODUCE: Morena Diazzi - Direttore Generale Economia della conoscenza, del lavoro e dell’impresa - Regione Emilia-Romagna

05 Novembre 2019 - 15:45
Hall Sud stand n. 034, Rimini
Maggiori dettagli

 

Qualità dell'aria nel bacino padano. L’alleanza tra Istituzioni e cittadini nell’era dei new media
La qualità dell’aria nel bacino del Po è un problema ambientale che ha conseguenze pratiche sulla vita e sulla quotidianità dei 23 milioni di residenti che vivono in questo territorio. Per affrontare efficacemente questo tema l’intervento delle istituzioni dall’alto con obblighi e restrizioni, pur necessaria, non è l’unica strada percorribile e forse nemmeno la più efficace. Un contributo fondamentale potrebbe venire dagli stessi interessati, da una mobilitazione dal basso con meccanismi simili a quello che sta avvenendo su scala globale con Friday for Future per i cambiamenti climatici.
Da tempo i territori che insistono sul bacino hanno capito che è necessario lavorare insieme per far fronte comune al problema delle emissioni. L’evento parte dalla presentazione dei risultati di “Valuta l’aria”, la prima articolata indagine sulla percezione dei cittadini rispetto all’inquinamento atmosferico a livello di intero bacino padano e realizzata esclusivamente attraverso canali social. Il convegno è organizzato dalla Regione Emilia-Romagna in collaborazione con ART-ER, in qualità di partner del progetto LIFE PREPAIR (Po Regions Engaged to Policies of AIR)

07 NOVEMBRE - 09:30 - 13:00
Sala Tiglio 2 Pad A6
Programma

 

Beacon Conference: Investment Forum
Startup internazionali supportate dai programmi di accelerazione delle Comunità europeee per la conoscenza e l'innovazione nei settori Food, Climate e Raw Material presenteranno ad un pubblico di investitori, imprenditori ed esperti di finanza selezionati le loro novità e i loro progetti.
3 minuti per raccontare per presentare chi sono e cosa fanno le imprese innovative green. L'evento sarà aperto da Janneke van Veen, (Commissione Europea) con un intervento sul tema Finanza per l'Economia Circolare. Il Beacon Forum è organizzato da ART-ER in collaborazione con Ecomondo, Confindustria e Fondazione Giuseppina Mai.

Di seguito l'elenco delle start up che parteciperanno all'Investment Forum

  • 3BEE
  • Bluetentacles
  • Evja
  • Fragile
  • Greenarco
  • IUV
  • Nanomnia
  • Opice
  • Packtin
  • Phononic vibes
  • South agro srl
  • The predictive company

07 NOVEMBRE 9.30 - 13.30
Sala Neri 2, Hall Sud ECOMONDO
Programma

 

The key role of regions to address the development of bioeconomy at local level
Le Regioni hanno un ruolo chiave nell'indirizzare il processo di trasformazione verso la bio-economia. A livello europeo, le "bioeconomie regionali" sono sempre più riconosciute come un elemento chiave per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile e le azioni a favore della mitigazione dei cambiamenti climatici.

 

Le regioni italiane hanno già dimostrato di essere ampiamente motivate a mantenere viva l'economia, implementando cicli economici regionali e supportando progetti agroindustriali locali con l'idea strategica di utilizzare le risorse biologiche in modo più innovativo ed efficiente. La conferenza ha lo scopo di illustrare il ruolo che le Regioni possono svolgere nel promuovere la conoscenza multidisciplinare della bioeconomia dal punto di vista culturale ed educativo; gli strumenti per attuare strategie regionali di bioeconomia all'interno i al fine di rafforzare il settore della bio-base e sostenere la cooperazione interregionale e le esperienze del gruppo di lavoro permanente tra il cluster SPRING, e le regioni italiane.

Organizzato da Ecomondo in collaborazione con il Cluster Tecnologico Chimica Verde (SPRING)

07 NOVEMBRE - 14.00 - 17.30
Cedro Room West Hall
Programma

 

Target: