MhyBus

MhyBus

Il progetto MHYBUS nasce a consolidamento delle attività realizzate nell'ambito della convenzione per l'avvio della sperimentazione della miscela metano-idrogeno, siglata nel 2006 tra Regione Emilia-Romagna, ENEA ed ASTER. Da queste ricerche si è stimato che con una miscela a percentuale massima del 15% di idrogeno in volume si può ottenere una riduzione delle emissioni, rispetto agli stessi veicoli alimentati a metano, fino al 50% di NOx. Il progetto intende verificare ed ulteriormente sviluppare le conclusioni dello studio e tracciare la strada per la diffusione dell’idrometano nella flotta pubblica, anche come leva per l’introduzione dell’idrogeno.

Obiettivi

Realizzare un prototipo di autobus a idrometano per il trasporto pubblico e portarlo su strada autorizzato.
Definire politiche di intervento, misure e strategie per lo sviluppo di azioni per la qualità dell’aria e la riduzione delle emissioni nel trasporto pubblico con particolare attenzione all’uso dell’idrometano.
Sensibilizzare la cittadinanza a sistemi di trasporto sostenibili, grazie all’effetto dimostrativo dell’autobus circolante nelle vie cittadine.

Attività

Sperimentazione su banco motore

  • Test a banco con la miscela al 15% di idrogeno in volume.
  • Messa a punto del veicolo prototipo alimentato a idrometano.

Sperimentazione su strada

  • 45.000 km di test su strada per verificare, su scala reale - con la miscela ottimale individuata a banco - l’affidabilità, i consumi e le emissioni effettive del motore, rispetto al solo metano.
  • Realizzazione di una stazione dimostrativa di rifornimento di idrometano.

Autorizzazioni Attivazione di un tavolo di lavoro con il CPA (Centro Prove Autoveicoli) di Bologna e il Ministero dei Trasporti, per completare il percorso autorizzativo adatto alle peculiarità del caso “MHyBus”, in una fase normativa transitoria e in evoluzione.